Login now

Not your profile? Login and get free access to your reports and analysis.

Tags

Sign in

No tag added here yet.
You can login on CircleCount to add some tags here.

Are you missing a tag in the list of available tags? You can suggest new tags here.

Login now

Do you want to see a more detailed chart? Check your settings and define your favorite chart type.

Or click here to get the detailed chart only once.

Shared Circles including Carla Modella

Shared Circles are not available on Google+ anymore, but you can find them still here.

Activity

Average numbers for the latest posts (max. 50 posts, posted within the last 4 weeks)

47
comments per post
3
reshares per post
127
+1's per post

846
characters per posting

Top posts in the last 50 posts

Most comments: 187

posted image

2015-06-06 21:54:59 (187 comments, 3 reshares, 196 +1s)Open 

È stato registrato il 12 maggio, ed è uscito il successivo 20 agosto nel Regno Unito e il 6 giugno negli Stati Uniti, ora posso dirvi il titolo: I Can't Get No Satisfaction, un altro bel brano dei Rolling Stones che quest’anno ha festeggiato mezzo secolo, infatti è del ‘65. È un inno all'insoddisfazione giovanile, e molti artisti hanno registrato una cover di questa canzone.
È stata inserita alla seconda posizione nella Lista delle 500 migliori canzoni stilata dalla rivista Rolling Stone, e il canale satellitare VH1 l’ha inserita in cima alla classifica delle 100 più grandi canzoni Rock & Roll. Non posso non parlare del riff di chitarra, che è uno
dei più celebri della storia del rock, e ha una curiosa cronologia. Keith Richards ne registrò la versione cosiddetta grezza in unastanza di hote... more »

Most reshares: 21

posted image

2015-05-12 21:56:03 (59 comments, 21 reshares, 257 +1s)Open 

Dato che l'anno passato ho scordato di ricordarne
il ventesimo anniversario, lo faccio quest'anno, approfittando del ventesimo anniversario di quando
è stato premiato. Il 12 maggio '94 viene pubblicato il brano intitolato Can you feel the love tonight?, scritto da Tim Rice e composto da Elton John (che ha festeggiato il compleanno lo scorso 25 marzo). Il brano, premio Oscar, è stato estratto dalla colonna sonora del film d'animazione Il re leone, dove fa da contorno all'incontro amoroso tra Nala e Simba, i due leoni del cartone animato. L'anno seguente, il brano viene premiato - come già accennato - con l' Oscar
per la migliore canzone, e - sempre nel '95 - vince il Golden Globe per la migliore canzone originale e anche il Grammy Award alla migliore interpretazionevo... more »

Most plusones: 347

posted image

2014-09-24 21:13:08 (91 comments, 3 reshares, 347 +1s)Open 

Sappiate che non è per niente semplice acciuffare questo tenero animale, che continua a scappare ogni volta che provi ad acchiapparlo, soltanto per tenerlo
in braccio. Il messaggio è chiaro: gli animali (anche
se grandi e madri) vanno rispettati, e - nel limite del possibile - anche abbracciati, ma mai maltrattati o ammazzati, come - purtroppo - accade spesso. E adesso, con questo bel coniglietto,
vi auguro un bel proseguimento.

Latest 50 posts

posted image

2015-07-30 11:19:40 (97 comments, 1 reshares, 131 +1s)Open 

Magari non vi è mai capitato di parlare con il mare, a me sì, a volte. Stanotte l'ho sognato, era agitato (come nello scatto in basso),
sicché gli ho domandato perché era in quello stato, e lui mi ha
detto che da tanto tempo non andavo a trovarlo. Non l'ha detto
chiaro, ma penso che pure lui mi stia aspettando, ne ho piena
convinzione. E con queste onde, vi auguro una dolce prosecuzione.

Magari non vi è mai capitato di parlare con il mare, a me sì, a volte. Stanotte l'ho sognato, era agitato (come nello scatto in basso),
sicché gli ho domandato perché era in quello stato, e lui mi ha
detto che da tanto tempo non andavo a trovarlo. Non l'ha detto
chiaro, ma penso che pure lui mi stia aspettando, ne ho piena
convinzione. E con queste onde, vi auguro una dolce prosecuzione.___

posted image

2015-07-27 21:03:05 (27 comments, 0 reshares, 118 +1s)Open 

Mi ha chiamato la figlia di mia cugina: «Quando arrivi?
Ti stiamo aspettando!». E con questo amore...
vi auguro una dolce prosecuzione.

Mi ha chiamato la figlia di mia cugina: «Quando arrivi?
Ti stiamo aspettando!». E con questo amore...
vi auguro una dolce prosecuzione.___

posted image

2015-07-16 22:53:51 (29 comments, 8 reshares, 115 +1s)Open 

Il 17 luglio '87, a Ferrara, nasce Federico Aldrovandi, che - a soli 18 anni - è stato ammazzato di botte - la notte del 25 settembre 2005 - dapprima da due poliziotti, che - non essendo già troppi - hanno chiamato altri due rinforzi. I quattro l'hanno manganellato (due manganelli hanno spezzato!) tenendolo col torace schiacciato sull'asfalto. Non aggiungo altro, a quest'altra vergogna italiana,
se non la mia vicinanza ai genitori di Federico, Patrizia e Lino.

Il 17 luglio '87, a Ferrara, nasce Federico Aldrovandi, che - a soli 18 anni - è stato ammazzato di botte - la notte del 25 settembre 2005 - dapprima da due poliziotti, che - non essendo già troppi - hanno chiamato altri due rinforzi. I quattro l'hanno manganellato (due manganelli hanno spezzato!) tenendolo col torace schiacciato sull'asfalto. Non aggiungo altro, a quest'altra vergogna italiana,
se non la mia vicinanza ai genitori di Federico, Patrizia e Lino.___

posted image

2015-07-09 22:27:38 (36 comments, 3 reshares, 142 +1s)Open 

Blowin' in the wind, di Bob Dylan, è uscita quasi 52 anni or sono, ad agosto; dato che la Carla sarà in vacanza, preferisce ricordarla con la data in cui è stata registrata, il 9 luglio del '62. Due sole strofe erano state scritte in origine, poi altre liriche vennero aggiunte, e - nel giugno del '62 - Sing Out! pubblicò l'intero pezzo accompagnato dal commento di Dylan stesso, questo: «There ain’t too much I can say about this song, except that the answer is blowing in the wind. It ain’t in no book, or movie, or TV show, or discussion group. Man, it’s in the wind, and it’s blowing in the wind. Too many of these hip people are telling me where the answer is, but - oh - I won’t believe that. I still say it’s in the wind, and - just like a restless piece of paper - it’s got to come down... But the only trouble is thatno one picks up th... more »

Blowin' in the wind, di Bob Dylan, è uscita quasi 52 anni or sono, ad agosto; dato che la Carla sarà in vacanza, preferisce ricordarla con la data in cui è stata registrata, il 9 luglio del '62. Due sole strofe erano state scritte in origine, poi altre liriche vennero aggiunte, e - nel giugno del '62 - Sing Out! pubblicò l'intero pezzo accompagnato dal commento di Dylan stesso, questo: «There ain’t too much I can say about this song, except that the answer is blowing in the wind. It ain’t in no book, or movie, or TV show, or discussion group. Man, it’s in the wind, and it’s blowing in the wind. Too many of these hip people are telling me where the answer is, but - oh - I won’t believe that. I still say it’s in the wind, and - just like a restless piece of paper - it’s got to come down... But the only trouble is that no one picks up the answer when it comes down, so not too many people get to see and know... and then it flies away. I still say that some of the biggest criminals are those that turn their heads away, when they see wrong and know it’s wrong. I’m only 21 years old and I know that there’s been too many... You people over 21, you’re older and smarter.» ("Non c'è molto che possa dire di questa canzone, tranne che la risposta soffia nel vento. Non è in nessun libro, o film, o programma TV, o gruppo di discussione. È nel vento, e sta soffiando nel vento. Troppe di queste persone "hip" cercano di dirmi dove stia la risposta, ma io non ci credo. Io continuo a dire che è nel vento, e - come un pezzo di carta svolazzante - un giorno arriverà... Ma l'unico problema è che nessuno raccoglie la risposta quando scende giù dal cielo, quindi non tanti la vedranno e la conosceranno... e allora volerà via. Ripeto ancora che alcuni dei più grandi criminali sono quelli che girano la testa dall'altra parte, quando vedono qualcosa di sbagliato sapendo che è sbagliato. Io ho solo 21 anni e so che ce ne sono tanti... Voi che avete più di 21 anni, voi siete più vecchi e smaliziati.") Magari voi siete sudati, quindi vi auguro un bel proseguimento con questo stupendo "soffio di vento".___

posted image

2015-07-02 22:15:34 (21 comments, 2 reshares, 169 +1s)Open 

Sono già passati dieci anni da quel 2 luglio del 2005, data in cui venne organizzata una serie di ben undici concerti gratuiti, che vennero tenuti negli stati del G8 e in Sudafrica. In concomitanza al Live 8 (così la serie venne chiamata), fu organizzata anche una marcia contro la povertà, che si è svolta in Scozia senza danni collaterali, e i cui partecipanti si stima siano stati centomila. Vent'anni prima del Live eight si tenne il Live Aid, il cui scopo era quello di ricavare fondi per alleviare la carestia in Etiopia, e divenne uno dei più grandi eventi rock della storia degli ultimi trent'anni. Tra i concerti più importanti del Live eight, vi è il Live eight UK, che si è tenuto all' Hide Park di Londra. Qui si sono esibiti tantissimi artisti, tra cui iPink... more »

Sono già passati dieci anni da quel 2 luglio del 2005, data in cui venne organizzata una serie di ben undici concerti gratuiti, che vennero tenuti negli stati del G8 e in Sudafrica. In concomitanza al Live 8 (così la serie venne chiamata), fu organizzata anche una marcia contro la povertà, che si è svolta in Scozia senza danni collaterali, e i cui partecipanti si stima siano stati centomila. Vent'anni prima del Live eight si tenne il Live Aid, il cui scopo era quello di ricavare fondi per alleviare la carestia in Etiopia, e divenne uno dei più grandi eventi rock della storia degli ultimi trent'anni. Tra i concerti più importanti del Live eight, vi è il Live eight UK, che si è tenuto all' Hide Park di Londra. Qui si sono esibiti tantissimi artisti, tra cui i Pink Floyd che si sono ritrovati dopo 24 anni. Per me sono i più bravi, sicché condivido un bellissimo brano che hanno eseguito in quel Live 8 del Regno Unito, dal titolo Comfortably Numb, che lo scorso 23 giugno ha compiuto il suo 35esimo anno (l'avevo postato già due anni fa, ma adesso non è più disponibile). Infine non mi rimane che augurare una dolce prosecuzione, ringraziandovi per l'attenzione.___

posted image

2015-06-24 21:58:55 (41 comments, 2 reshares, 166 +1s)Open 

Seppur la data abbia a che fare con la Carla, lei non era ancora nata; il mio dire si riferisce al 24 giugno ‘65 (tanto per cambiare, un altro cinquantennale), quando la grande band di Liverpool - dei Beatles parlo - arriva a Milano per un breve tour, le cui altre due tappe saranno Genova e la capitale. Nonostante loro fossero già famosissimi, furono accolti in maniera tiepida, infatti non ci fu il tutto esaurito in quel pomeriggio estivo, quando i Beatles si esibirono sul palco del Vigorelli di Milano, ma il guaio è che non c’è stato neanche nel prosieguo serale, quando i quattro cantarono e suonarono per un’altra mezz’oretta una scaletta snella, e l’accoglienza non fu all’altezza. È incredibile da dire, ma è quel ch’è accaduto quel 24 giugno ‘65, purtroppo, nonostante il fenomeno Beatles fosse già esplosoin molti Paesi del glo... more »

Seppur la data abbia a che fare con la Carla, lei non era ancora nata; il mio dire si riferisce al 24 giugno ‘65 (tanto per cambiare, un altro cinquantennale), quando la grande band di Liverpool - dei Beatles parlo - arriva a Milano per un breve tour, le cui altre due tappe saranno Genova e la capitale. Nonostante loro fossero già famosissimi, furono accolti in maniera tiepida, infatti non ci fu il tutto esaurito in quel pomeriggio estivo, quando i Beatles si esibirono sul palco del Vigorelli di Milano, ma il guaio è che non c’è stato neanche nel prosieguo serale, quando i quattro cantarono e suonarono per un’altra mezz’oretta una scaletta snella, e l’accoglienza non fu all’altezza. È incredibile da dire, ma è quel ch’è accaduto quel 24 giugno ‘65, purtroppo, nonostante il fenomeno Beatles fosse già esploso in molti Paesi del globo terrestre; niente a che vedere con i concerti odierni da oltre due ore, altri tempi quelli. E pensare che solo dieci giorni prima del Vigorelli, quei ragazzetti poco più che ventenni avevano inciso Yesterday. Quei milanesi non avranno tutte le colpe (forse), ma il dato di fatto è che nelle numerosissime biografie che sono uscite in questo cinquantennio, i quattro non hanno conservato grande memoria del loro passaggio italiano, e quel tour fu unico, più che primo. Non dico altro e condivido un brano (dalla scaletta sopra detta), scusandomi per l’indignazione, ringraziandovi per l’attenzione, e augurandovi una dolce prosecuzione.___

posted image

2015-06-15 23:17:53 (24 comments, 4 reshares, 176 +1s)Open 

Tra i cinquantennali musicali importanti, non posso scordarmi di Like a rolling stone, scritta da Bob Dylan, registrata il 15 e 16 giugno, e pubblicata il 20 luglio appunto del '65. Che dire, questo pezzo ebbe un grande successo e divenne ben presto una pietra miliare in campo musicale. Anche il testo è molto bello ed è così intenso, che rende il pubblico capace di immedesimarsi totalmente nel cantautore statunitense, quasi provando gli stessi sentimenti di quando ha scritto il brano. Nel 2004, Rolling Stone l'ha dichiarata come la più bella canzone di tutti i tempi, e come succede per i bei pezzi, è stata coverizzata da moltissimi artisti, che non sto a dirvi perché l'elenco è lunghissimo. Il relativo manoscritto, quattro pagine scritte a matita su carta da lettere intestata, ha superato il primato quando è stato battuto -lo scor... more »

Tra i cinquantennali musicali importanti, non posso scordarmi di Like a rolling stone, scritta da Bob Dylan, registrata il 15 e 16 giugno, e pubblicata il 20 luglio appunto del '65. Che dire, questo pezzo ebbe un grande successo e divenne ben presto una pietra miliare in campo musicale. Anche il testo è molto bello ed è così intenso, che rende il pubblico capace di immedesimarsi totalmente nel cantautore statunitense, quasi provando gli stessi sentimenti di quando ha scritto il brano. Nel 2004, Rolling Stone l'ha dichiarata come la più bella canzone di tutti i tempi, e come succede per i bei pezzi, è stata coverizzata da moltissimi artisti, che non sto a dirvi perché l'elenco è lunghissimo. Il relativo manoscritto, quattro pagine scritte a matita su carta da lettere intestata, ha superato il primato quando è stato battuto - lo scorso 24 giugno - per un milione e 700 mila dollari da Sotheby's, oltre due milioni con i diritti d'asta. La Carla vi ringrazia per l'attenzione e vi augura una dolce prosecuzione, con l'ascolto di questa celebre canzone.___

posted image

2015-06-06 21:54:59 (187 comments, 3 reshares, 196 +1s)Open 

È stato registrato il 12 maggio, ed è uscito il successivo 20 agosto nel Regno Unito e il 6 giugno negli Stati Uniti, ora posso dirvi il titolo: I Can't Get No Satisfaction, un altro bel brano dei Rolling Stones che quest’anno ha festeggiato mezzo secolo, infatti è del ‘65. È un inno all'insoddisfazione giovanile, e molti artisti hanno registrato una cover di questa canzone.
È stata inserita alla seconda posizione nella Lista delle 500 migliori canzoni stilata dalla rivista Rolling Stone, e il canale satellitare VH1 l’ha inserita in cima alla classifica delle 100 più grandi canzoni Rock & Roll. Non posso non parlare del riff di chitarra, che è uno
dei più celebri della storia del rock, e ha una curiosa cronologia. Keith Richards ne registrò la versione cosiddetta grezza in unastanza di hote... more »

È stato registrato il 12 maggio, ed è uscito il successivo 20 agosto nel Regno Unito e il 6 giugno negli Stati Uniti, ora posso dirvi il titolo: I Can't Get No Satisfaction, un altro bel brano dei Rolling Stones che quest’anno ha festeggiato mezzo secolo, infatti è del ‘65. È un inno all'insoddisfazione giovanile, e molti artisti hanno registrato una cover di questa canzone.
È stata inserita alla seconda posizione nella Lista delle 500 migliori canzoni stilata dalla rivista Rolling Stone, e il canale satellitare VH1 l’ha inserita in cima alla classifica delle 100 più grandi canzoni Rock & Roll. Non posso non parlare del riff di chitarra, che è uno
dei più celebri della storia del rock, e ha una curiosa cronologia. Keith Richards ne registrò la versione cosiddetta grezza in una stanza di hotel, gli era
venuto in mente al risveglio dopo una dormita.
Il chitarrista accese un registratore portatile e
lo incise su nastro prima di farsi un’altra dormita.
La mattina successiva Richards lo riascoltò, e notò
che c’erano solo due minuti di chitarra e ben quaranta della sua lunga russata. E dopo essersi fatta
una risata, la Carla vi ringrazia per l’attenzione
e vi augura una dolce prosecuzione.___

posted image

2015-05-29 21:56:08 (34 comments, 2 reshares, 194 +1s)Open 

Il 29 maggio ‘84 viene pubblicato il brano intitolato Eyes Without A Face; è una canzone composta e scritta - in compagnia del chitarrista Steve Stevens (che ha festeggiato il compleanno lo scorso 5 maggio) - da Billy Idol, che l’ha anche interpretata nel periodo in cui raggiunse la fama mondiale, durante la sua carriera solista negli anni ottanta (ne compirà sessanta il 30 novembre prossimo). Purtroppo oggi ricordo i 39 morti di un tragico anniversario, quello del 29 maggio ‘85; con questo triste ricordo, voglio sperare che il prossimo 6 giugno tutto vada per il verso giusto, e che non accada nulla di grave. Non mi rimane che ringraziare per l’attenzione, e augurare una dolce prosecuzione con l’ascolto di questa bella canzone.

Il 29 maggio ‘84 viene pubblicato il brano intitolato Eyes Without A Face; è una canzone composta e scritta - in compagnia del chitarrista Steve Stevens (che ha festeggiato il compleanno lo scorso 5 maggio) - da Billy Idol, che l’ha anche interpretata nel periodo in cui raggiunse la fama mondiale, durante la sua carriera solista negli anni ottanta (ne compirà sessanta il 30 novembre prossimo). Purtroppo oggi ricordo i 39 morti di un tragico anniversario, quello del 29 maggio ‘85; con questo triste ricordo, voglio sperare che il prossimo 6 giugno tutto vada per il verso giusto, e che non accada nulla di grave. Non mi rimane che ringraziare per l’attenzione, e augurare una dolce prosecuzione con l’ascolto di questa bella canzone.___

posted image

2015-05-21 22:41:32 (37 comments, 4 reshares, 188 +1s)Open 

Nello stesso anno, il '71, ha avuto due uscite molto vicine: il 16 aprile nel Regno Unito, e negli Stati Uniti
il 7 maggio; parlo del bel brano intitolato Brown Sugar. Grazie anche al pesante riff di chitarra, all'introduzione, la canzone raggiunse la quinta posizione nella lista delle 100 migliori canzoni con chitarra di tutti i tempi. In diversi Paesi divenne un successo da numero uno
in classifica, e verso la fine degli anni novanta è stata utilizzata per una pubblicità della Pepsi. Nel '76, proprio il 22 maggio, questo brano è stato performato all' Earls Court di Londra, in una delle tante date del tour europeo dei Rolling Stones. Non molti anni prima, sempre a Londra e sempre nella stessa data, è nata una brown sugar d'eccezione (un'ex di... more »

Nello stesso anno, il '71, ha avuto due uscite molto vicine: il 16 aprile nel Regno Unito, e negli Stati Uniti
il 7 maggio; parlo del bel brano intitolato Brown Sugar. Grazie anche al pesante riff di chitarra, all'introduzione, la canzone raggiunse la quinta posizione nella lista delle 100 migliori canzoni con chitarra di tutti i tempi. In diversi Paesi divenne un successo da numero uno
in classifica, e verso la fine degli anni novanta è stata utilizzata per una pubblicità della Pepsi. Nel '76, proprio il 22 maggio, questo brano è stato performato all' Earls Court di Londra, in una delle tante date del tour europeo dei Rolling Stones. Non molti anni prima, sempre a Londra e sempre nella stessa data, è nata una brown sugar d'eccezione (un'ex di Briatore), l'affascinante Naomi Campbell, alla quale oggi auguriamo buon compleanno. E col brano di cui
vi parlavo, vi ringrazio per l'attenzione
e vi auguro una dolce prosecuzione.___

posted image

2015-05-15 23:02:20 (30 comments, 3 reshares, 256 +1s)Open 

Il 14 maggio ci ha lasciato B.B. King, "Il re del blues", uno dei migliori chitarristi elettrici di tutti tempi, messo al sesto posto nella lista dei 100 migliori chitarristi secondo Rolling Stone. Molto si potrebbe dire, a partire dal suo stile, il celebre "staccato", che ha influenzato tanti chitarristi, tra i quali Eric Clapton, per fare un esempio. Questo bluesman, nella sua lunga e prolifica carriera artistica (fino a cinque anni fa teneva "ancora più di 150 concerti all'anno"), ha collezionato ben 14 Grammy, ed era un membro storico della Rock and Roll Hall of Fame. Direi che può bastare, non mi rimane che ringraziare per l'attenzione e augurare una dolce prosecuzione, con la bella voce di questa leggenda.

Il 14 maggio ci ha lasciato B.B. King, "Il re del blues", uno dei migliori chitarristi elettrici di tutti tempi, messo al sesto posto nella lista dei 100 migliori chitarristi secondo Rolling Stone. Molto si potrebbe dire, a partire dal suo stile, il celebre "staccato", che ha influenzato tanti chitarristi, tra i quali Eric Clapton, per fare un esempio. Questo bluesman, nella sua lunga e prolifica carriera artistica (fino a cinque anni fa teneva "ancora più di 150 concerti all'anno"), ha collezionato ben 14 Grammy, ed era un membro storico della Rock and Roll Hall of Fame. Direi che può bastare, non mi rimane che ringraziare per l'attenzione e augurare una dolce prosecuzione, con la bella voce di questa leggenda.___

posted image

2015-05-12 21:56:03 (59 comments, 21 reshares, 257 +1s)Open 

Dato che l'anno passato ho scordato di ricordarne
il ventesimo anniversario, lo faccio quest'anno, approfittando del ventesimo anniversario di quando
è stato premiato. Il 12 maggio '94 viene pubblicato il brano intitolato Can you feel the love tonight?, scritto da Tim Rice e composto da Elton John (che ha festeggiato il compleanno lo scorso 25 marzo). Il brano, premio Oscar, è stato estratto dalla colonna sonora del film d'animazione Il re leone, dove fa da contorno all'incontro amoroso tra Nala e Simba, i due leoni del cartone animato. L'anno seguente, il brano viene premiato - come già accennato - con l' Oscar
per la migliore canzone, e - sempre nel '95 - vince il Golden Globe per la migliore canzone originale e anche il Grammy Award alla migliore interpretazionevo... more »

Dato che l'anno passato ho scordato di ricordarne
il ventesimo anniversario, lo faccio quest'anno, approfittando del ventesimo anniversario di quando
è stato premiato. Il 12 maggio '94 viene pubblicato il brano intitolato Can you feel the love tonight?, scritto da Tim Rice e composto da Elton John (che ha festeggiato il compleanno lo scorso 25 marzo). Il brano, premio Oscar, è stato estratto dalla colonna sonora del film d'animazione Il re leone, dove fa da contorno all'incontro amoroso tra Nala e Simba, i due leoni del cartone animato. L'anno seguente, il brano viene premiato - come già accennato - con l' Oscar
per la migliore canzone, e - sempre nel '95 - vince il Golden Globe per la migliore canzone originale e anche il Grammy Award alla migliore interpretazione vocale maschile. Nel '95 - il 14 maggio, a Cardano al Campo - è stato trovato il corpo senza vita di Mia Martini, la bravissima artista italiana che veniva chiamata Mimì; morì a soli 47 anni, durante i quali
- con la sua inconfondibile voce - ha emozionato molte persone. Vi ringrazio per l'attenzione, e vi auguro una dolce prosecuzione con questa bella canzone d'amore.___

posted image

2015-05-01 21:46:14 (49 comments, 2 reshares, 200 +1s)Open 

Oggi, 1 maggio, è il compleanno di Things Have Changed, un bel brano arrangiato, scritto ed eseguito dal bravissimo Bob Dylan, e pubblicato nel duemila.
Il regista del video del brano, Curtis Hanson (che ha festeggiato il 70esimo compleanno il passato 24 marzo), ha girato anche Wonder boys, il film per il quale il brano è stato registrato, arrivato nelle sale americane il 25 febbraio dello stesso anno. È tratto dall'omonimo romanzo di Michael Chabon (che, come Bob, festeggerà il compleanno il prossimo 24 maggio), il bravo scrittore americano vincitore dei premi letterari Pulitzer e Fernanda Pivano. Parlando del film, ho dimenticato di dire che il brano è stato premiato
con l' Oscar per la migliore canzone oltre che col Golden Globe per la migliore canzone originale, per
iltest... more »

Oggi, 1 maggio, è il compleanno di Things Have Changed, un bel brano arrangiato, scritto ed eseguito dal bravissimo Bob Dylan, e pubblicato nel duemila.
Il regista del video del brano, Curtis Hanson (che ha festeggiato il 70esimo compleanno il passato 24 marzo), ha girato anche Wonder boys, il film per il quale il brano è stato registrato, arrivato nelle sale americane il 25 febbraio dello stesso anno. È tratto dall'omonimo romanzo di Michael Chabon (che, come Bob, festeggerà il compleanno il prossimo 24 maggio), il bravo scrittore americano vincitore dei premi letterari Pulitzer e Fernanda Pivano. Parlando del film, ho dimenticato di dire che il brano è stato premiato
con l' Oscar per la migliore canzone oltre che col Golden Globe per la migliore canzone originale, per
il testo e l'arrangiamento. Nello sperare che abbiate passato un tranquillo primo maggio, auguro buon onomastico ai Giuseppe, e a tutti una dolce prosecuzione con l'ascolto di questa bella canzone.___

posted image

2015-04-20 21:53:24 (56 comments, 4 reshares, 211 +1s)Open 

È nato nel '72, il 20 aprile, per morire cinque anni più tardi, a causa di un'infezione gastrica. Si chiamava Karac Pendra Plant e, con quei bei capelli ricci e biondi, somigliava tanto al babbo Robert, che - il 26 luglio del '77 - venne a conoscenza della notizia mesta durante
il tour in Nord America. Gli Zeppelin erano appena arrivati a New Orleans e stavano facendo il check-in in albergo, quando Robert ricevette una chiamata dalla moglie, che lo informava che Karac era molto malato; un paio d'ore dopo chiamò di nuovo: Karac era morto. Robert e John presero il primo volo per l' Inghilterra, e il tour venne immediatamente cancellato. Lo shock provocato dal tragico fatto, lasciò Robert sconvolto, attonito e chiuso a tal punto, che pensò di lasciare il gruppo. Meditò su undefin... more »

È nato nel '72, il 20 aprile, per morire cinque anni più tardi, a causa di un'infezione gastrica. Si chiamava Karac Pendra Plant e, con quei bei capelli ricci e biondi, somigliava tanto al babbo Robert, che - il 26 luglio del '77 - venne a conoscenza della notizia mesta durante
il tour in Nord America. Gli Zeppelin erano appena arrivati a New Orleans e stavano facendo il check-in in albergo, quando Robert ricevette una chiamata dalla moglie, che lo informava che Karac era molto malato; un paio d'ore dopo chiamò di nuovo: Karac era morto. Robert e John presero il primo volo per l' Inghilterra, e il tour venne immediatamente cancellato. Lo shock provocato dal tragico fatto, lasciò Robert sconvolto, attonito e chiuso a tal punto, che pensò di lasciare il gruppo. Meditò su un definitivo ritiro fino al maggio dell'anno successivo, quando si riunì con gli altri compagni e decise di proseguire. Alla fine dell'anno
- tra novembre e dicembre - registrarono il loro ottavo album, in Scandinavia, negli Studi Polari fondati dagli Abba. La traccia numero due del lato B si chiama All my love ed è stata dedicata a Karac. La posto qui sotto con una citazione, augurandovi buon ascolto e visione oltre che una dolce prosecuzione.
«Yours is the cloth, mine is the hand that sews time»
"Il vestito è tuo, mia la mano che semina il tempo"___

posted image

2015-04-13 22:58:50 (50 comments, 1 reshares, 201 +1s)Open 

Proprio 28 anni fa, esattamente il 13 aprile '87, è stato pubblicato il brano intitolato Strangelove, dei Depeche Mode. La canzone è presente in diverse raccolte, ed è
il primo singolo che ha anticipato l'album intitolato Music for the masses, pubblicato il 28 settembre '87. Ed è proprio col bel video di questa canzone
che vi ringrazio per l'attenzione...
e vi auguro una dolce prosecuzione.

Proprio 28 anni fa, esattamente il 13 aprile '87, è stato pubblicato il brano intitolato Strangelove, dei Depeche Mode. La canzone è presente in diverse raccolte, ed è
il primo singolo che ha anticipato l'album intitolato Music for the masses, pubblicato il 28 settembre '87. Ed è proprio col bel video di questa canzone
che vi ringrazio per l'attenzione...
e vi auguro una dolce prosecuzione.___

posted image

2015-04-11 19:06:32 (40 comments, 6 reshares, 266 +1s)Open 

È passato un mese esatto da quando l'ho visto
(e sentito) sul profilo di un amico, che (oddio!)
l'ha dedicato a un personaggio infimo. Io preferisco ricordarlo come parte integrante della colonna sonora del bel film di Wes Anderson, intitolato I Tenenbaum, che nel 2001 è uscito, e l'anno successivo è arrivato anche nelle sale italiane, il 29 marzo. Ah, stavo scordando: Ruby Tuesday è intitolato! Tra l'altro, proprio 48 anni fa - esattamente l' 11 aprile '67 - arrivava in Francia il tour europeo dei Rolling Stones (dal 5 al 9 aprile le date italiane), durante il quale
la canzone in questione era in promozione. Colgo l'occasione per ringraziarvi dell'attenzione...
e per augurarvi una dolce prosecuzione.

È passato un mese esatto da quando l'ho visto
(e sentito) sul profilo di un amico, che (oddio!)
l'ha dedicato a un personaggio infimo. Io preferisco ricordarlo come parte integrante della colonna sonora del bel film di Wes Anderson, intitolato I Tenenbaum, che nel 2001 è uscito, e l'anno successivo è arrivato anche nelle sale italiane, il 29 marzo. Ah, stavo scordando: Ruby Tuesday è intitolato! Tra l'altro, proprio 48 anni fa - esattamente l' 11 aprile '67 - arrivava in Francia il tour europeo dei Rolling Stones (dal 5 al 9 aprile le date italiane), durante il quale
la canzone in questione era in promozione. Colgo l'occasione per ringraziarvi dell'attenzione...
e per augurarvi una dolce prosecuzione.___

posted image

2015-04-04 16:35:21 (57 comments, 3 reshares, 205 +1s)Open 

Oggi vi voglio ricordare un altro cinquantennale, che però non è quello di una canzone, bensì di un attore e produttore cinematografico americano, parlo del bravo Robert Downey Junior. Mi è piaciuto il suo Iron Man 2 - in cui lui interpreta il principale personaggio - non tanto per la trama quanto per l'omonima colonna sonora, composta totalmente dai brani dei bravi ACϟDC,
il cui cofondatore - Angus Young - ha festeggiato
il compleanno il passato 31 marzo. Il brano che
andrò a condividere è la traccia numero cinque, intitolata Back in black, proprio come l'omonimo
album dedicato a Bon Scott, il loro caro compagno scomparso il 19 febbraio '80. La Carla vi ringrazia
per l'attenzione, e coglie l'occasione per augurare un rilassante periodo pasquale. P.S. - Quasi dimenticavo: quest'anno, inoltre,ricorre... more »

Oggi vi voglio ricordare un altro cinquantennale, che però non è quello di una canzone, bensì di un attore e produttore cinematografico americano, parlo del bravo Robert Downey Junior. Mi è piaciuto il suo Iron Man 2 - in cui lui interpreta il principale personaggio - non tanto per la trama quanto per l'omonima colonna sonora, composta totalmente dai brani dei bravi ACϟDC,
il cui cofondatore - Angus Young - ha festeggiato
il compleanno il passato 31 marzo. Il brano che
andrò a condividere è la traccia numero cinque, intitolata Back in black, proprio come l'omonimo
album dedicato a Bon Scott, il loro caro compagno scomparso il 19 febbraio '80. La Carla vi ringrazia
per l'attenzione, e coglie l'occasione per augurare un rilassante periodo pasquale. P.S. - Quasi dimenticavo: quest'anno, inoltre, ricorre il quinto anniversario
di quando Iron è uscito nelle sale cinematografiche italiane, a fine aprile, per l'esattezza il 30.___

posted image

2015-03-26 22:54:03 (76 comments, 3 reshares, 180 +1s)Open 

Ricordando i vari cinquantennali, non potevo scordarmi della sera del 26 marzo di cinquant'anni fa, quando - all' Ealing Club - My Generation - degli Who - fa il suo debutto in pubblico, prima della registrazione in studio. È un tripudio, e in futuro il singolo diverrà un inno generazionale, col quale gli Who faranno saltare
in aria la gioventù londinese degli anni Sessanta, centinaia di giovani ribelli che ripetono il verso
"Spero di morire prima di diventare vecchio".
Anche questo pezzo è molto bello, lo condivido
adesso augurandovi un bel proseguimento, e cogliendo l'occasione per ringraziarvi dell'attenzione.

Ricordando i vari cinquantennali, non potevo scordarmi della sera del 26 marzo di cinquant'anni fa, quando - all' Ealing Club - My Generation - degli Who - fa il suo debutto in pubblico, prima della registrazione in studio. È un tripudio, e in futuro il singolo diverrà un inno generazionale, col quale gli Who faranno saltare
in aria la gioventù londinese degli anni Sessanta, centinaia di giovani ribelli che ripetono il verso
"Spero di morire prima di diventare vecchio".
Anche questo pezzo è molto bello, lo condivido
adesso augurandovi un bel proseguimento, e cogliendo l'occasione per ringraziarvi dell'attenzione.___

posted image

2015-03-24 22:48:30 (38 comments, 9 reshares, 265 +1s)Open 

È stata scritta, da Bob Dylan, poco prima dell'assassinio di John Kennedy, infatti è stata registrata il 24 ottobre del '63, a New York City.
Il titolo è (The) Times They Are A-Changin', e
l'artista Dylan ha dichiarato di aver scritto il brano,
nel tentativo di farne un inno del cambiamento che stava avvenendo in quel tempo. Questo pezzo è all'interno del suo terzo e omonimo album, pubblicato
il 13 gennaio '64, ed è uscito come singolo l'anno successivo, l' 8 marzo. Un altro bel brano arrivato
al 50esimo compleanno, che desidero condividere adesso, augurandovi un bel proseguimento, e cogliendo l'occasione per ringraziarvi dell'attenzione.

È stata scritta, da Bob Dylan, poco prima dell'assassinio di John Kennedy, infatti è stata registrata il 24 ottobre del '63, a New York City.
Il titolo è (The) Times They Are A-Changin', e
l'artista Dylan ha dichiarato di aver scritto il brano,
nel tentativo di farne un inno del cambiamento che stava avvenendo in quel tempo. Questo pezzo è all'interno del suo terzo e omonimo album, pubblicato
il 13 gennaio '64, ed è uscito come singolo l'anno successivo, l' 8 marzo. Un altro bel brano arrivato
al 50esimo compleanno, che desidero condividere adesso, augurandovi un bel proseguimento, e cogliendo l'occasione per ringraziarvi dell'attenzione.___

posted image

2015-03-22 23:11:36 (28 comments, 15 reshares, 279 +1s)Open 

Nel febbraio del '64 è stata scritta da Bob Dylan,
che l'ha inserita nel suo quinto album uscito il 22 marzo '65. Inutile dire che Mr. Tambourine Man, a cinquant'anni suonati, resta uno dei brani fondamentali della musica rock degli anni sessanta, nonché uno dei brani più importanti della produzione dylaniana, che si dipana fra sogno e pura fantasia. Per me è bellissima, e - con la speranza che anche a voi piaccia - la Carla vi ringrazia per l'attenzione e vi augura una dolce prosecuzione.

Nel febbraio del '64 è stata scritta da Bob Dylan,
che l'ha inserita nel suo quinto album uscito il 22 marzo '65. Inutile dire che Mr. Tambourine Man, a cinquant'anni suonati, resta uno dei brani fondamentali della musica rock degli anni sessanta, nonché uno dei brani più importanti della produzione dylaniana, che si dipana fra sogno e pura fantasia. Per me è bellissima, e - con la speranza che anche a voi piaccia - la Carla vi ringrazia per l'attenzione e vi augura una dolce prosecuzione.___

posted image

2015-03-17 23:36:58 (32 comments, 4 reshares, 190 +1s)Open 

Si festeggia il patrono d' Irlanda e si chiama Giorno
di San Patrizio: è il 17 marzo, che coincide con il compleanno di un ragazzo che proprio in Irlanda è nato; il suo nome è Hozier, un giovane cantautore 25enne, presente nelle scene musicali da un paio d'anni soltanto. Ha registrato un brano (a mio avviso) bellissimo, un inno alla laicità camuffato da canto religioso, con il quale ha conquistato il mondo, diventando non soltanto famoso, ma anche un simbolo transnazionale di libertà sessuale. «È eccitante e surreale, specie se pensi che ho registrato il pezzo nella mansarda di casa, alle due di notte. La versione finale è stata rimaneggiata in studio a Dublino, ma la traccia vocale è quella originale. (...)», questo è quello che lui stesso ha detto in merito al pezzo, che io condivido adesso, augurandovi un bel proseguimento.

Si festeggia il patrono d' Irlanda e si chiama Giorno
di San Patrizio: è il 17 marzo, che coincide con il compleanno di un ragazzo che proprio in Irlanda è nato; il suo nome è Hozier, un giovane cantautore 25enne, presente nelle scene musicali da un paio d'anni soltanto. Ha registrato un brano (a mio avviso) bellissimo, un inno alla laicità camuffato da canto religioso, con il quale ha conquistato il mondo, diventando non soltanto famoso, ma anche un simbolo transnazionale di libertà sessuale. «È eccitante e surreale, specie se pensi che ho registrato il pezzo nella mansarda di casa, alle due di notte. La versione finale è stata rimaneggiata in studio a Dublino, ma la traccia vocale è quella originale. (...)», questo è quello che lui stesso ha detto in merito al pezzo, che io condivido adesso, augurandovi un bel proseguimento.___

posted image

2015-03-11 22:58:16 (25 comments, 4 reshares, 197 +1s)Open 

La camminata fatta lunedì sera, a sorpresa, da Stiller
e Wilson durante la sfilata di Valentino, tra il pubblico incuriosito, mi ha ricordato il primo Zoolander. Ho scritto il primo, perché ieri la Paramount ha confermato ciò che Ben aveva già annunciato, quando - lo scorso 9 febbraio - è arrivato a Roma per scegliere le location delle riprese del sequel; insomma, per farla corta, ha ufficializzato che Zoolander 2 uscirà nelle sale americane il 16 febbraio dell'anno prossimo. Come al solito vi voglio proporre un brano, e uno che m'è molto piaciuto di quel film culto del 2001, è Relax dei Frankie goes to Hollywood, che quest'anno - il passato 11 febbraio, per l'esattezza - festeggia, o meglio, ha festeggiato il trentesimo anniversario
di quando è stato premiato come Migliorsingolo ... more »

La camminata fatta lunedì sera, a sorpresa, da Stiller
e Wilson durante la sfilata di Valentino, tra il pubblico incuriosito, mi ha ricordato il primo Zoolander. Ho scritto il primo, perché ieri la Paramount ha confermato ciò che Ben aveva già annunciato, quando - lo scorso 9 febbraio - è arrivato a Roma per scegliere le location delle riprese del sequel; insomma, per farla corta, ha ufficializzato che Zoolander 2 uscirà nelle sale americane il 16 febbraio dell'anno prossimo. Come al solito vi voglio proporre un brano, e uno che m'è molto piaciuto di quel film culto del 2001, è Relax dei Frankie goes to Hollywood, che quest'anno - il passato 11 febbraio, per l'esattezza - festeggia, o meglio, ha festeggiato il trentesimo anniversario
di quando è stato premiato come Miglior singolo britannico dell'anno ai Brits. In quell'edizione, ricordo che tra i premiati c'era anche il nostro Antonio Vivaldi (di cui, il 4 marzo, abbiamo ricordato l'anniversario di quando è nato), infatti - grazie a Le quattro stagioni -
è stato premiato per la Miglior registrazione di
musica classica. La Carla vi ringrazia per l'attenzione,
e vi augura una dolce prosecuzione.___

posted image

2015-02-28 22:46:02 (19 comments, 1 reshares, 206 +1s)Open 

Il 28 febbraio di un paio d'anni fa, Educazione siberiana arrivava in sala. Si tratta di un film italiano tratto dall'omonimo romanzo di Nicolai Lilin, uno scrittore russo naturalizzato italiano (di cui, lo scorso 12 febbraio, è ricorso il compleanno). È stato girato
in Europa (in Lituania in buona parte), con la grande maestria del regista italiano Gabriele Salvatores,
che l'ha ambientato in luoghi e territori opposti ai
suoi soliti e abitati da popoli ignoti. Ed è proprio quest'ambientazione che crea una certa (fredda) atmosfera; bella la scena della giostra, dove - forse, grazie anche a una canzone di David Bowie - i ragazzi sono affascinati dalla sensazione di volare e sognano il mondo occidentale, secondo loro "mitico". Ne approfitto per condividere la canzone (di cui ho già fatto menzione) e una citazione del filmin ... more »

Il 28 febbraio di un paio d'anni fa, Educazione siberiana arrivava in sala. Si tratta di un film italiano tratto dall'omonimo romanzo di Nicolai Lilin, uno scrittore russo naturalizzato italiano (di cui, lo scorso 12 febbraio, è ricorso il compleanno). È stato girato
in Europa (in Lituania in buona parte), con la grande maestria del regista italiano Gabriele Salvatores,
che l'ha ambientato in luoghi e territori opposti ai
suoi soliti e abitati da popoli ignoti. Ed è proprio quest'ambientazione che crea una certa (fredda) atmosfera; bella la scena della giostra, dove - forse, grazie anche a una canzone di David Bowie - i ragazzi sono affascinati dalla sensazione di volare e sognano il mondo occidentale, secondo loro "mitico". Ne approfitto per condividere la canzone (di cui ho già fatto menzione) e una citazione del film in questione, augurandovi una dolce prosecuzione.
«Ma ricordati, dobbiamo avere rispetto per tutte le creature viventi. Eccetto che: la polizia, i banchieri,
gli usurai. Rubare a queste persone è permesso.»___

posted image

2015-02-24 23:20:09 (28 comments, 2 reshares, 233 +1s)Open 

Nell'estate del '74 era già registrato, ma è stato pubblicato soltanto il 24 febbraio dell'anno dopo;
sto parlando dei primi quarant'anni di Physical Graffiti, uno dei migliori dischi dei Led Zeppelin, dove tutti i membri sono in perfetta sintonia, e l'aspettativa
non è tradita, grazie ad un'apprezzabile varietà musicale. Tra le tracce, tutte belle, mi viene in mente
la celebre Kashmir, di sicuro uno dei loro migliori lavori, che - fin dall'uscita - fu inserita nell'elenco di ogni concerto, fino al loro scioglimento. Vi auguro un
bel proseguimento, proprio con questa bella
canzone, ringraziandovi per l'attenzione.

Nell'estate del '74 era già registrato, ma è stato pubblicato soltanto il 24 febbraio dell'anno dopo;
sto parlando dei primi quarant'anni di Physical Graffiti, uno dei migliori dischi dei Led Zeppelin, dove tutti i membri sono in perfetta sintonia, e l'aspettativa
non è tradita, grazie ad un'apprezzabile varietà musicale. Tra le tracce, tutte belle, mi viene in mente
la celebre Kashmir, di sicuro uno dei loro migliori lavori, che - fin dall'uscita - fu inserita nell'elenco di ogni concerto, fino al loro scioglimento. Vi auguro un
bel proseguimento, proprio con questa bella
canzone, ringraziandovi per l'attenzione.___

posted image

2015-02-20 22:48:28 (34 comments, 2 reshares, 234 +1s)Open 

Il 20 febbraio '86, nelle sale statunitensi, esce
Nove settimane e mezzo, il cosiddetto "film dello spogliarello", con l'accompagnamento di You can leave your hat on, quel bel pezzo con la voce di Joe Cocker, il bravo cantante britannico scomparso il 22 dicembre dell'anno passato. Ascoltando la sua voce, colgo l'occasione per ringraziarvi dell'attenzione
e per augurarvi una dolce prosecuzione.

Il 20 febbraio '86, nelle sale statunitensi, esce
Nove settimane e mezzo, il cosiddetto "film dello spogliarello", con l'accompagnamento di You can leave your hat on, quel bel pezzo con la voce di Joe Cocker, il bravo cantante britannico scomparso il 22 dicembre dell'anno passato. Ascoltando la sua voce, colgo l'occasione per ringraziarvi dell'attenzione
e per augurarvi una dolce prosecuzione.___

posted image

2015-02-15 22:45:46 (55 comments, 2 reshares, 222 +1s)Open 

L’anno passato, il 15 febbraio, ho scordato di ricordare il 40esimo anniversario di quel fantastico brano,
del Duca Bianco, intitolato Rebel rebel. È diventato,
in breve tempo, un inno del movimento glèm, nonché un classico del cantautore, che in esso esprime il desiderio di ribellione e il bisogno di dare libero sfogo alla propria individualità, tipici di ogni movimento giovanile. Lo stile vocale è molto simile a quello di Mick Jagger, e anche l’inconfondibile riff di chitarra ha una struttura tipica degli Stones di metà anni sessanta. Una settimana (circa) prima dell'uscita, in Olanda, venne mandata in onda un'esibizione dove il cantautore si presentava nelle vesti di un pirata, con un fazzoletto a pois al collo e una benda nera sull'occhio; a tal proposito, David disse: "Avevo la congiuntivite, quindi ho sfruttato lasituazion... more »

L’anno passato, il 15 febbraio, ho scordato di ricordare il 40esimo anniversario di quel fantastico brano,
del Duca Bianco, intitolato Rebel rebel. È diventato,
in breve tempo, un inno del movimento glèm, nonché un classico del cantautore, che in esso esprime il desiderio di ribellione e il bisogno di dare libero sfogo alla propria individualità, tipici di ogni movimento giovanile. Lo stile vocale è molto simile a quello di Mick Jagger, e anche l’inconfondibile riff di chitarra ha una struttura tipica degli Stones di metà anni sessanta. Una settimana (circa) prima dell'uscita, in Olanda, venne mandata in onda un'esibizione dove il cantautore si presentava nelle vesti di un pirata, con un fazzoletto a pois al collo e una benda nera sull'occhio; a tal proposito, David disse: "Avevo la congiuntivite, quindi ho sfruttato la situazione e mi sono vestito
da pirata. Ci mancava soltanto il pappagallo!". E col filmato in cui David si è trasformato in Halloween Jack, il pirata, la Carla vi ringrazia per l'attenzione e vi augura una dolce prosecuzione. P.S.: il termine "pirata" mi ha ricordato che ieri, 14 febbraio, è stato l'anniversario di quando Marco - il Pirata italiano - ci ha lasciato (Marco, perdonami il ritardo).___

posted image

2015-02-07 23:24:56 (64 comments, 4 reshares, 225 +1s)Open 

Non avendo una data esatta di riferimento, scelgo il giorno odierno; il pezzo di cui sto parlando è intitolato Satellite of Love, è di Lou Reed ed è stato pubblicato nel lontano febbraio del '73. È una delle ballate glèm più belle di sempre, nel cui coro si distingue la voce incredibile di Bowie che tocca note altissime; infatti
- di Bowie - Lou Reed disse: «He has a melodic sense that's just well above anyone else in rock & roll; most people could not sing some of his melodies. He can really go for a high note; take Satellite of Love, on my Transformer album, there's a part - at the end - where his voice goes all the way up. It's fabulous». ("Ha un senso melodico che è ben al di sopra di chiunque
altro nel rock & roll; la maggior parte della gente non riuscirebbe a cantare alcune delle suemelodie.... more »

Non avendo una data esatta di riferimento, scelgo il giorno odierno; il pezzo di cui sto parlando è intitolato Satellite of Love, è di Lou Reed ed è stato pubblicato nel lontano febbraio del '73. È una delle ballate glèm più belle di sempre, nel cui coro si distingue la voce incredibile di Bowie che tocca note altissime; infatti
- di Bowie - Lou Reed disse: «He has a melodic sense that's just well above anyone else in rock & roll; most people could not sing some of his melodies. He can really go for a high note; take Satellite of Love, on my Transformer album, there's a part - at the end - where his voice goes all the way up. It's fabulous». ("Ha un senso melodico che è ben al di sopra di chiunque
altro nel rock & roll; la maggior parte della gente non riuscirebbe a cantare alcune delle sue melodie. Riesce davvero ad andare a note alte; prendete ad esempio Satellite of Love, del mio album Transformer, c'è una parte - alla fine - dove la sua voce va su fino in fondo.
È favoloso"). Buon ascolto! Io volo sul satellite dell'amore, vi auguro una dolce prosecuzione,
e colgo l'occasione per ricordare - dato che ne
ho parlato - il compleanno di David Bowie,
ad un mese esatto, l' 8 gennaio.___

posted image

2015-02-02 22:27:56 (50 comments, 1 reshares, 239 +1s)Open 

L'anno passato ho scordato il ventesimo anniversario del brano intitolato Streets of Philadelphia, pubblicato
il 2 febbraio '94. È stato composto nel giugno del '93
e registrato tra luglio e agosto dello stesso anno, dal bravo Bruce Springsteen, su espressa richiesta del regista di Philadelphia - Jonathan Demme (di cui ricorrerà il compleanno il prossimo 22 febbraio) - che ne ha diretto il video insieme a suo nipote. La canzone, oltre a raggiungere la prima posizione delle classifiche in Germania e Francia, è stata premiata con diversi riconoscimenti, tra i quali l' Oscar alla migliore canzone e il Grammy Award alla migliore canzone rock. E con il Boss che canta questo splendido pezzo, vi auguro un bel proseguimento.

L'anno passato ho scordato il ventesimo anniversario del brano intitolato Streets of Philadelphia, pubblicato
il 2 febbraio '94. È stato composto nel giugno del '93
e registrato tra luglio e agosto dello stesso anno, dal bravo Bruce Springsteen, su espressa richiesta del regista di Philadelphia - Jonathan Demme (di cui ricorrerà il compleanno il prossimo 22 febbraio) - che ne ha diretto il video insieme a suo nipote. La canzone, oltre a raggiungere la prima posizione delle classifiche in Germania e Francia, è stata premiata con diversi riconoscimenti, tra i quali l' Oscar alla migliore canzone e il Grammy Award alla migliore canzone rock. E con il Boss che canta questo splendido pezzo, vi auguro un bel proseguimento.___

posted image

2015-01-28 22:21:16 (82 comments, 8 reshares, 234 +1s)Open 

Nei giorni scorsi, in tanti si sono chiamati Chàrlie, in seguito ai tragici fatti capitati oltralpe, ma - nonostante ci sia stata una strage (dopo tante altre) anche in Nigeria - io non ho visto, né sentito nessuno che si sia chiamato "nigeriano", richiamando l'attenzione sui ripetuti attacchi sferrati contro i centri abitati nigeriani, sotto forma di attentati dinamitardi o di massacri, con donne e bambini sgozzati, e interi villaggi incendiati e rasi al suolo da fanatici armati di mitra e bombe a mano. Pensando al continente africano, ho ricordato che oggi ricorre il trentesimo anniversario di quando è stato registrato il brano intitolato We are the world, proprio il 28 gennaio '85. Ben 45 musicisti riunitisi per un progetto a scopo benefico: raccogliere e devolvere dei proventi a favore della popolazione dell' Etiopia, che all'epoca era afflitta daun... more »

Nei giorni scorsi, in tanti si sono chiamati Chàrlie, in seguito ai tragici fatti capitati oltralpe, ma - nonostante ci sia stata una strage (dopo tante altre) anche in Nigeria - io non ho visto, né sentito nessuno che si sia chiamato "nigeriano", richiamando l'attenzione sui ripetuti attacchi sferrati contro i centri abitati nigeriani, sotto forma di attentati dinamitardi o di massacri, con donne e bambini sgozzati, e interi villaggi incendiati e rasi al suolo da fanatici armati di mitra e bombe a mano. Pensando al continente africano, ho ricordato che oggi ricorre il trentesimo anniversario di quando è stato registrato il brano intitolato We are the world, proprio il 28 gennaio '85. Ben 45 musicisti riunitisi per un progetto a scopo benefico: raccogliere e devolvere dei proventi a favore della popolazione dell' Etiopia, che all'epoca era afflitta da un'apocalittica carestia (oggi è uno dei Paesi più poveri del mondo). E con questo famoso pezzo, vi auguro un bel proseguimento.___

posted image

2015-01-08 22:21:09 (43 comments, 1 reshares, 251 +1s)Open 

A detta di qualcuno non è mai deceduto, per cui - se così fosse - oggi compie ottant'anni; ormai avrete intuito che mi riferisco al grandissimo Elvis Presley, uno dei cantanti più celebri di tutti i tempi. Nei concerti, i suoi movimenti oscillatori e rotatori del bacino gli procurarono l'appellativo " Elvis the pelvis " (Elvis il bacino), a lui non proprio gradito, ma anch'io preferisco l'altro appellativo " The King of rock 'n' roll ". Diventò l'idolo indiscusso di quel genere, ma spaziò anche ad altri, tra i quali il rhythm and blues e il country. Morì a quarantadue anni, quasi ventiquattro dei quali dedicati alla carriera, durante la quale il cantante - diventato famoso - ha venduto più di un miliardo di dischi nel mondo, condividendo questo record coi Beatles e Michael Jackson. Quello che
ho detto è soloun'... more »

A detta di qualcuno non è mai deceduto, per cui - se così fosse - oggi compie ottant'anni; ormai avrete intuito che mi riferisco al grandissimo Elvis Presley, uno dei cantanti più celebri di tutti i tempi. Nei concerti, i suoi movimenti oscillatori e rotatori del bacino gli procurarono l'appellativo " Elvis the pelvis " (Elvis il bacino), a lui non proprio gradito, ma anch'io preferisco l'altro appellativo " The King of rock 'n' roll ". Diventò l'idolo indiscusso di quel genere, ma spaziò anche ad altri, tra i quali il rhythm and blues e il country. Morì a quarantadue anni, quasi ventiquattro dei quali dedicati alla carriera, durante la quale il cantante - diventato famoso - ha venduto più di un miliardo di dischi nel mondo, condividendo questo record coi Beatles e Michael Jackson. Quello che
ho detto è solo un'infinitesima parte riguardante il cantante, dalla cui discografia - ricchissima - ho selezionato il brano che condividerò per ricordarlo,
e che ripercorre qualche anno della vita dell'artista, grazie agli scatti inseriti nel filmato. Vi ringrazio per l'attenzione e vi auguro una dolce prosecuzione, sperando che il vostro nuovo anno sia ben cominciato. P.s.: il brano è a voi dedicato,
perché - se il messaggio non fosse chiaro
- siete sempre nella mia mente.___

posted image

2015-01-01 16:40:40 (59 comments, 1 reshares, 246 +1s)Open 

E col 31 dicembre, un altro anno è volto al termine. Si sono gettate dalle finestre le robe vecchie e quel che più non serve, usanza ormai quasi caduta in disuso, ma soprattutto abbiamo fatto un brindisi al 2015, sperando che possa trascorrere in un modo migliore rispetto all'anno appena passato. È quanto vi auguro anche questo Capodanno, e lo faccio con un brano classico e popolare del quale mi piace parecchio il ritornello, questo: «Happy new year, happy new year, may we all have a vision, now and then, of a world where every neighbour is a friend; happy new year, happy new year, may we all have our hopes, our will to try, if we don’t we might as well lay down and die, you and I», che in italiano dice: "Felice anno nuovo, felice anno nuovo, che tutti noi possiamo avere una visione, ogni tanto, di un mondo dove ogni vicino è un amico; felice anno nuovo, felice annonuovo, ... more »

E col 31 dicembre, un altro anno è volto al termine. Si sono gettate dalle finestre le robe vecchie e quel che più non serve, usanza ormai quasi caduta in disuso, ma soprattutto abbiamo fatto un brindisi al 2015, sperando che possa trascorrere in un modo migliore rispetto all'anno appena passato. È quanto vi auguro anche questo Capodanno, e lo faccio con un brano classico e popolare del quale mi piace parecchio il ritornello, questo: «Happy new year, happy new year, may we all have a vision, now and then, of a world where every neighbour is a friend; happy new year, happy new year, may we all have our hopes, our will to try, if we don’t we might as well lay down and die, you and I», che in italiano dice: "Felice anno nuovo, felice anno nuovo, che tutti noi possiamo avere una visione, ogni tanto, di un mondo dove ogni vicino è un amico; felice anno nuovo, felice anno nuovo, che tutti noi possiamo avere speranze e la voglia di provarci, e se non sarà così allora è meglio adagiarsi e morire, tu ed io”.___

posted image

2014-12-24 23:13:15 (60 comments, 3 reshares, 248 +1s)Open 

Mi vogliate scusare, ma questo Natale sarò poco originale, anzi, sarò addirittura tradizionale. Qualche volta, quando conosco bene un brano, mi capita di non visionarne il filmato, salvo che mi venga consigliato di farlo. È quanto m’è capitato con Happy Xmas (War Is Over), il pezzo che John Lennon e Yoko Ono hanno composto nel ’71, traendo spunto da un vecchio pezzo folk, che un musicologo ha chiamato “canto di lavoro”. Ma loro l’hanno totalmente cambiato, trasformandolo in un brano di protesta contro la guerra in Vietnam, già iniziata il primo novembre del '75 e terminata quasi vent'anni più tardi, il 30 aprile '75, purtroppo. Colgo l'occasione per augurare delle tranquille vacanze natalizie,
e condividere la canzone - di cui ho fatto menzione -
e anche qualche sua citazione.
«[...] And so this isChristmas, for w... more »

Mi vogliate scusare, ma questo Natale sarò poco originale, anzi, sarò addirittura tradizionale. Qualche volta, quando conosco bene un brano, mi capita di non visionarne il filmato, salvo che mi venga consigliato di farlo. È quanto m’è capitato con Happy Xmas (War Is Over), il pezzo che John Lennon e Yoko Ono hanno composto nel ’71, traendo spunto da un vecchio pezzo folk, che un musicologo ha chiamato “canto di lavoro”. Ma loro l’hanno totalmente cambiato, trasformandolo in un brano di protesta contro la guerra in Vietnam, già iniziata il primo novembre del '75 e terminata quasi vent'anni più tardi, il 30 aprile '75, purtroppo. Colgo l'occasione per augurare delle tranquille vacanze natalizie,
e condividere la canzone - di cui ho fatto menzione -
e anche qualche sua citazione.
«[...] And so this is Christmas, for weak and for strong, for rich and the poor ones; the world is so wrong.
And so happy Christmas, for black and for white,
for yellow and red ones; let’s stop all the fight. [...]
War is over, if you want it, war is over, now.»
«[...] E così è Natale, per i deboli e i forti, per i ricchi
e i poveri; il mondo è così sbagliato. E così è Natale, per i neri e i bianchi, per i gialli e i rossi, smettiamola
di combattere. [...] La guerra è finita, se tu lo vuoi,
la guerra è finita, adesso.»___

posted image

2014-12-15 21:53:29 (49 comments, 2 reshares, 242 +1s)Open 

Oggi, 15 dicembre 2014, è il compleanno di Paul Simonon - l'ex dei Clash - che ne compie 59. Nel '79, esattamente il 14 dicembre, viene pubblicato il loro doppio album intitolato London Calling, che - nel 2003 - ha guadagnato l' ottavo posto nella lista - stilata dalla rivista Rolling Stone - dei 500 migliori album di tutti i tempi. Sono tutti belli i brani, e - dei tre estratti - l'omonimo - uscito il precedente 7 dicembre - ottenne un ottimo responso sia dalla critica che dal pubblico. È stato incluso, dalla già citata rivista, nella lista
delle 500 migliori canzoni alla 15esima posizione -
nel novembre 2004 - e un paio d'anni fa è stato scelto come inno delle Olimpiadi di Londra.
Insomma, una gran bella canzone con la quale
desidero augurare unadolc... more »

Oggi, 15 dicembre 2014, è il compleanno di Paul Simonon - l'ex dei Clash - che ne compie 59. Nel '79, esattamente il 14 dicembre, viene pubblicato il loro doppio album intitolato London Calling, che - nel 2003 - ha guadagnato l' ottavo posto nella lista - stilata dalla rivista Rolling Stone - dei 500 migliori album di tutti i tempi. Sono tutti belli i brani, e - dei tre estratti - l'omonimo - uscito il precedente 7 dicembre - ottenne un ottimo responso sia dalla critica che dal pubblico. È stato incluso, dalla già citata rivista, nella lista
delle 500 migliori canzoni alla 15esima posizione -
nel novembre 2004 - e un paio d'anni fa è stato scelto come inno delle Olimpiadi di Londra.
Insomma, una gran bella canzone con la quale
desidero augurare una dolce prosecuzione.___

posted image

2014-12-07 12:45:00 (41 comments, 2 reshares, 272 +1s)Open 

Il compleanno di un amico mi ha ricordato il 40esimo anniversario di un brano, che è stato pubblicato il 15 settembre dell’anno seguente, ma già il 15 novembre del ’74 è stato performato come Shine on you crazy diamond, durante il tour inglese, mentre in quello francese - a giugno del ’74 - è stato performato con
un altro titolo. È stato scritto da David, Roger e Richard sempre nello stesso anno - il ’74 - ed è un omaggio struggente all’ex componente Syd Barrett, che li aveva lasciati da qualche anno, è chiaro che
dei Pink Floyd sto parlando. Ho cercato un filmato tratto dal concerto (con incluso il tributo) tenuto il
20 ottobre del ’94, all’ Earls Court Exhibition Centre
di Londra. Ora non aggiungo altro, neanche qualche frase del testo (perché, per me,è tutto bello), megli... more »

Il compleanno di un amico mi ha ricordato il 40esimo anniversario di un brano, che è stato pubblicato il 15 settembre dell’anno seguente, ma già il 15 novembre del ’74 è stato performato come Shine on you crazy diamond, durante il tour inglese, mentre in quello francese - a giugno del ’74 - è stato performato con
un altro titolo. È stato scritto da David, Roger e Richard sempre nello stesso anno - il ’74 - ed è un omaggio struggente all’ex componente Syd Barrett, che li aveva lasciati da qualche anno, è chiaro che
dei Pink Floyd sto parlando. Ho cercato un filmato tratto dal concerto (con incluso il tributo) tenuto il
20 ottobre del ’94, all’ Earls Court Exhibition Centre
di Londra. Ora non aggiungo altro, neanche qualche frase del testo (perché, per me, è tutto bello), meglio ascoltare questo pezzo stupendo, e - nello stesso tempo - augurarvi un bel proseguimento.___

posted image

2014-11-30 13:00:25 (40 comments, 4 reshares, 282 +1s)Open 

Sono passati 35 anni da quel 30 novembre del '79, quando è stato pubblicato The Wall, dei Pink Floyd,
il loro - doppio - undicesimo album in studio. Il Muro ha ricevuto parecchi riconoscimenti, tra questi - oltre al Disco di platino e al Disco d'oro - ricordo il Disco di diamante. Anche in classifica è andato alla grande, infatti Il Muro ha raggiunto la posizione numero 1 in molte nazioni, e ha venduto 30 milioni di copie in tutto il mondo. Famoso è il brano intitolato Another brick in the wall, diviso in tre parti, delle quali la numero due è quella che io preferisco, per cui la condivido. Inoltre colgo l'occasione per ringraziare dell'attenzione
e per augurare una dolce prosecuzione.

Sono passati 35 anni da quel 30 novembre del '79, quando è stato pubblicato The Wall, dei Pink Floyd,
il loro - doppio - undicesimo album in studio. Il Muro ha ricevuto parecchi riconoscimenti, tra questi - oltre al Disco di platino e al Disco d'oro - ricordo il Disco di diamante. Anche in classifica è andato alla grande, infatti Il Muro ha raggiunto la posizione numero 1 in molte nazioni, e ha venduto 30 milioni di copie in tutto il mondo. Famoso è il brano intitolato Another brick in the wall, diviso in tre parti, delle quali la numero due è quella che io preferisco, per cui la condivido. Inoltre colgo l'occasione per ringraziare dell'attenzione
e per augurare una dolce prosecuzione.___

posted image

2014-11-23 12:34:31 (45 comments, 3 reshares, 277 +1s)Open 

23 novembre 1968: negli Stati Uniti, Hey Jude - il singolo dei Beatles - è ancora primo in classifica, nonostante l’uscita risalga a quasi tre mesi prima,
il 26 agosto. È molto famoso ed è stato collocato all'ottavo posto nella classifica delle 500 migliori canzoni di tutti i tempi. Potrei continuare a parlarvene, ma preferisco citarne l’inizio e farvi ascoltare
questa stupenda canzone, cogliendo l’occasione
per augurarvi una dolce prosecuzione.
«Hey Jude, don't make it bad, take a sad song and make it better, remember to let her into your heart, then you can start to make it better. [...]»
«Ehi Jude, non peggiorare le cose, prendi una canzone triste e rendila migliore, ricorda di lasciarla nel tuo cuore, eppoi puoi iniziare a renderla migliore. [...]»

23 novembre 1968: negli Stati Uniti, Hey Jude - il singolo dei Beatles - è ancora primo in classifica, nonostante l’uscita risalga a quasi tre mesi prima,
il 26 agosto. È molto famoso ed è stato collocato all'ottavo posto nella classifica delle 500 migliori canzoni di tutti i tempi. Potrei continuare a parlarvene, ma preferisco citarne l’inizio e farvi ascoltare
questa stupenda canzone, cogliendo l’occasione
per augurarvi una dolce prosecuzione.
«Hey Jude, don't make it bad, take a sad song and make it better, remember to let her into your heart, then you can start to make it better. [...]»
«Ehi Jude, non peggiorare le cose, prendi una canzone triste e rendila migliore, ricorda di lasciarla nel tuo cuore, eppoi puoi iniziare a renderla migliore. [...]»___

posted image

2014-11-16 14:28:31 (61 comments, 5 reshares, 326 +1s)Open 

È passata quasi una settimana dal compleanno di quel grande compositore italiano, il quale nome è Ennio Morricone. Oltre alle sue opere famose, mi
piace ricordare la produzione di musiche per il
genere spaghetti-western, e anche la collaborazione col grande Sergio Leone. Colgo l’occasione per citare C’era una volta il West, un bel film di Leone la cui colonna sonora è stata composta da Morricone - sotto la direzione del regista - prima dell’inizio delle riprese, e venne poi prodotta sul set. Nel novembre del 2005, qui in Italia, venne pubblicata una versione rimasterizzata ed ampliata a 27 tracce, rispetto alle
10 dell’originale. Quella che più mi piace ha il titolo uguale a quello del film stesso, e proprio con questo pezzo vi voglio augurare un bel proseguimento.

È passata quasi una settimana dal compleanno di quel grande compositore italiano, il quale nome è Ennio Morricone. Oltre alle sue opere famose, mi
piace ricordare la produzione di musiche per il
genere spaghetti-western, e anche la collaborazione col grande Sergio Leone. Colgo l’occasione per citare C’era una volta il West, un bel film di Leone la cui colonna sonora è stata composta da Morricone - sotto la direzione del regista - prima dell’inizio delle riprese, e venne poi prodotta sul set. Nel novembre del 2005, qui in Italia, venne pubblicata una versione rimasterizzata ed ampliata a 27 tracce, rispetto alle
10 dell’originale. Quella che più mi piace ha il titolo uguale a quello del film stesso, e proprio con questo pezzo vi voglio augurare un bel proseguimento.___

posted image

2014-11-09 12:46:02 (67 comments, 2 reshares, 308 +1s)Open 

È importante ricordare, nella giornata odierna,
la ricorrenza tedesca del 25esimo anniversario
di quando ha avuto inizio l’abbattimento
del Muro di Berlino.
9 novembre 2014: decimo Giorno della libertà
(ricorrenza celebrata in Italia).
L’ 8 novembre del 1971 viene reso pubblico il quarto album in studio dei Led Zeppelin, più comunemente denominato Led Zeppelin IV. Sin da quando è stato pubblicato è risultato essere uno degli album di maggior successo, e il pezzo che ho scelto è
Stairway To Heaven, una canzone rock tra le più famose. La canzone venne eseguita dal vivo per
la prima volta il 5 marzo del ‘71, alla Ulster Hall
di Belfast, e rimase nella scaletta dei concerti
dei Led Zeppelin ininterrottamente dal ‘75 all’ ‘80, dove eranormale che facess... more »

È importante ricordare, nella giornata odierna,
la ricorrenza tedesca del 25esimo anniversario
di quando ha avuto inizio l’abbattimento
del Muro di Berlino.
9 novembre 2014: decimo Giorno della libertà
(ricorrenza celebrata in Italia).
L’ 8 novembre del 1971 viene reso pubblico il quarto album in studio dei Led Zeppelin, più comunemente denominato Led Zeppelin IV. Sin da quando è stato pubblicato è risultato essere uno degli album di maggior successo, e il pezzo che ho scelto è
Stairway To Heaven, una canzone rock tra le più famose. La canzone venne eseguita dal vivo per
la prima volta il 5 marzo del ‘71, alla Ulster Hall
di Belfast, e rimase nella scaletta dei concerti
dei Led Zeppelin ininterrottamente dal ‘75 all’ ‘80, dove era normale che facesse parte del bis finale. Lascio da parte il significato del testo, e scrivo quello che Jimmy Page ha detto in merito al pezzo, in due interventi diversi, dei quali il primo anche in lingua originale: «(...) crystallized the essence of the band. It had everything there and showed us at our best. It was a milestone. Every musician wants to do something of lasting quality, something which will hold up for a long time. We did it with Stairway. (...) ha cristallizzato l'essenza della nostra band. Aveva tutto e ci ha rappresentato al meglio. È stata una pietra miliare. Ogni musicista vuole fare qualcosa di duraturo, qualcosa che rimarrà a lungo nel tempo. Noi lo abbiamo fatto con Stairway.» «L’idea di Stairway To Heaven era quella di avere un pezzo di musica, una canzone che si sarebbe dovuta sviluppare su più strati, e dovesse andare a coinvolgere diversi stati d’animo. Tutta l’intensita e
la finezza dovevano servire per dare spinta al brano sotto ogni punto di vista, sia quello emozionale che musicale. Per questo la canzone continua ad aprire
e ad esplorare un certo tipo di schemi». Page registrò tre diversi assoli (per il finale), decidendo solo in seguito quale dei tre fosse migliore per l'atmosfera della canzone. E con questa annotazione vi ringrazio per l’attenzione, e colgo l’occasione
per augurarvi una dolce prosecuzione.___

posted image

2014-10-26 23:13:34 (51 comments, 1 reshares, 265 +1s)Open 

27 ottobre 2013: muore Lou Reed, il poeta del rock che ne cantò l'anima oscura. Lo era pure la sua, tormentata dal trauma d'una brutta esperienza, che
lo ha segnato fin dall'adolescenza. La sua vita è stata una continua ricerca creativa, all'insegna del rock, della poesia, dell'arte e anche della magia. Una delle figure più leggendarie, sempre originale, con quella sua pubblica immagine di Angelo del male.

2 marzo 2012: buon compleanno al bravo Lou Reed, per i suoi primi
settant'anni. È una delle figure più leggendarie del rock'n'roll: chitarrista
e cantautore (che fin da piccolo desiderava diventare un musicista),
ma anche attore e regista. ★

«Ho sempre creduto di aver qualcosa di importante da dire. E l'ho detto.»
«Io sono un artista e ciò significa che posso essere egocentrico quanto mi pare.»
«Noi americani siamo messi male con Bush, ma voi italiani con Berlusconi...»

E nonostante quest'ultima citazione sul "berluscone" :o/
mi auguro abbiate comunque una dolce notte. (~.~)___27 ottobre 2013: muore Lou Reed, il poeta del rock che ne cantò l'anima oscura. Lo era pure la sua, tormentata dal trauma d'una brutta esperienza, che
lo ha segnato fin dall'adolescenza. La sua vita è stata una continua ricerca creativa, all'insegna del rock, della poesia, dell'arte e anche della magia. Una delle figure più leggendarie, sempre originale, con quella sua pubblica immagine di Angelo del male.

posted image

2014-10-17 19:23:27 (29 comments, 3 reshares, 299 +1s)Open 

6 ottobre 2014: oggi la radio compie novant’anni, infatti - alle ore ventuno del 6 ottobre 1924 - è andata in onda la prima trasmissione radiofonica italiana. Tra i tanti brani che le sono stati dedicati in tutti questi anni, mi viene in mente (e nelle orecchie) Radio Ga Ga dei Queen, che - tra l’altro, all’inizio di quest’anno - ha festeggiato il suo 30esimo compleanno, essendo stata pubblicata il 23 gennaio ‘84 nel Regno Unito,
e il 7 febbraio (ovviamente sempre dell’ ’84) negli Stati Uniti. Quindi auguro buon compleanno (in ritardo)
alla radio, e a voi una dolce prosecuzione,
con l’ascolto di questa bella canzone.

6 ottobre 2014: oggi la radio compie novant’anni, infatti - alle ore ventuno del 6 ottobre 1924 - è andata in onda la prima trasmissione radiofonica italiana. Tra i tanti brani che le sono stati dedicati in tutti questi anni, mi viene in mente (e nelle orecchie) Radio Ga Ga dei Queen, che - tra l’altro, all’inizio di quest’anno - ha festeggiato il suo 30esimo compleanno, essendo stata pubblicata il 23 gennaio ‘84 nel Regno Unito,
e il 7 febbraio (ovviamente sempre dell’ ’84) negli Stati Uniti. Quindi auguro buon compleanno (in ritardo)
alla radio, e a voi una dolce prosecuzione,
con l’ascolto di questa bella canzone.___

posted image

2014-10-11 20:33:29 (51 comments, 4 reshares, 336 +1s)Open 

Sono passati un paio di giorni soltanto da quello
che sarebbe potuto essere, se non fosse stato assassinato, il 74esimo compleanno di John Lennon, il cantautore d'eccezione che ha scritto una canzone bellissima - Imagine - uscita l' 11 ottobre '71. Conosciuto in tutto il mondo, questo brano ha conquistato il terzo posto della classifica della rivista Rolling Stone dei più bei brani musicali di tutti i tempi. E con i versi di questa bella canzone, vi ringrazio per l'attenzione e vi auguro una dolce prosecuzione.
«Imagine there's no countries, it isn't hard to do, nothing to kill or die for, and no religion too.» «Immagina che non esistano le nazioni, non è difficile, niente per cui uccidere o morire, e nessuna religione.»

Sono passati un paio di giorni soltanto da quello
che sarebbe potuto essere, se non fosse stato assassinato, il 74esimo compleanno di John Lennon, il cantautore d'eccezione che ha scritto una canzone bellissima - Imagine - uscita l' 11 ottobre '71. Conosciuto in tutto il mondo, questo brano ha conquistato il terzo posto della classifica della rivista Rolling Stone dei più bei brani musicali di tutti i tempi. E con i versi di questa bella canzone, vi ringrazio per l'attenzione e vi auguro una dolce prosecuzione.
«Imagine there's no countries, it isn't hard to do, nothing to kill or die for, and no religion too.» «Immagina che non esistano le nazioni, non è difficile, niente per cui uccidere o morire, e nessuna religione.»___

posted image

2014-09-30 20:59:24 (37 comments, 1 reshares, 240 +1s)Open 

Avere cinquant'anni e non dimostrarli,
non è da tutti, parola di Bellucci! ;op

30 settembre 2012: buon compleanno a Monica Bellucci★
la bella modella ch'è passata dalla facoltà di giurisprudenza alla passerella,
e da quella è arrivata fino al red carpet del festival.★
«Quando si vuole qualcosa veramente, una soluzione si trova. E comunque occorre fortuna. Non sono credente però ritengo concreti gli scambi di energia; quando cerchi di diffondere un'energia positiva intorno a te, l'energia positiva torna. Però deve essere una cosa naturale: non la puoi creare se non la senti dentro.»
«Il dolore ci rende malati fisicamente e, visto che ci dobbiamo convivere tutti,
il segreto è saperlo metabolizzare. Per evitare che ci uccida.»

E con questa stupenda bellezza nazionale★
vi auguro un bel proseguimento domenicale. (❧◡❧)___Avere cinquant'anni e non dimostrarli,
non è da tutti, parola di Bellucci! ;op

posted image

2014-09-24 21:13:08 (91 comments, 3 reshares, 347 +1s)Open 

Sappiate che non è per niente semplice acciuffare questo tenero animale, che continua a scappare ogni volta che provi ad acchiapparlo, soltanto per tenerlo
in braccio. Il messaggio è chiaro: gli animali (anche
se grandi e madri) vanno rispettati, e - nel limite del possibile - anche abbracciati, ma mai maltrattati o ammazzati, come - purtroppo - accade spesso. E adesso, con questo bel coniglietto,
vi auguro un bel proseguimento.

Sappiate che non è per niente semplice acciuffare questo tenero animale, che continua a scappare ogni volta che provi ad acchiapparlo, soltanto per tenerlo
in braccio. Il messaggio è chiaro: gli animali (anche
se grandi e madri) vanno rispettati, e - nel limite del possibile - anche abbracciati, ma mai maltrattati o ammazzati, come - purtroppo - accade spesso. E adesso, con questo bel coniglietto,
vi auguro un bel proseguimento.___

posted image

2014-09-18 18:15:29 (90 comments, 2 reshares, 259 +1s)Open 

18 settembre 1970: muore il mitico Jimi Hendrix che, come altri bravi cantanti, non aveva ancora compiuto 28 anni. È stato uno dei maggiori innovatori nell'ambito della chitarra elettrica, e - secondo
la classifica che la rivista Rolling Stone ha stilato nell’anno 2011 - Hendrix è stato anche il più grande chitarrista di tutti i tempi, precedendo Page e Clapton. Da più di un ventennio è stato immesso nella Rock and Roll Hall of Fame. Egli, al festival di Monterey, termina il suo esordio dando fuoco alla chitarra, ed entra nella leggenda. Due anni più tardi, chiude il festival di Woodstock in modo molto provocatorio, reinterpretando l’inno americano in modo distorto
e cacofonico, proprio come protesta per l’intensa violenza delle politiche americane attuate nella
guerra in Vietnam. Ma non mi voglio dilungar,sicché vi... more »

18 settembre 1970: muore il mitico Jimi Hendrix che, come altri bravi cantanti, non aveva ancora compiuto 28 anni. È stato uno dei maggiori innovatori nell'ambito della chitarra elettrica, e - secondo
la classifica che la rivista Rolling Stone ha stilato nell’anno 2011 - Hendrix è stato anche il più grande chitarrista di tutti i tempi, precedendo Page e Clapton. Da più di un ventennio è stato immesso nella Rock and Roll Hall of Fame. Egli, al festival di Monterey, termina il suo esordio dando fuoco alla chitarra, ed entra nella leggenda. Due anni più tardi, chiude il festival di Woodstock in modo molto provocatorio, reinterpretando l’inno americano in modo distorto
e cacofonico, proprio come protesta per l’intensa violenza delle politiche americane attuate nella
guerra in Vietnam. Ma non mi voglio dilungar,
sicché vi ringrazio per l’attenzione e vi auguro
una dolce prosecuzione, condividendo una
canzone e anche qualche citazione
di un cantautore morto troppo giovane. 
«Prima di andare in scena, il mio road manager
mi disse: "Jimi, brutto cafone cencioso, non vorrai
mica andare in scena così, no?!" io gli risposi:
"Appena finisco la sigaretta il vestito sarà perfetto".
Io mi piaccio così, mi trovo a mio agio così.»
«Dimenticate ciò che è successo ieri e domani, e oggi. Stasera creeremo un mondo completamente nuovo.»
«Vivevo in una stanza piena di specchi,
tutto quello che riuscivo a vedere era me stesso.»
«Se sono libero è perché sono sempre in fuga.»
«One day even the war will bow
to the sound of a guitar.»
«Un giorno anche la guerra s'inchinerà
al suono di una chitarra.»___

posted image

2014-09-14 11:35:06 (60 comments, 1 reshares, 238 +1s)Open 

Sono passati 27 anni ormai, infatti Learning To Fly è stata pubblicata il 14 settembre dell’ ’87. È sempre un piacere ascoltare questo pezzo musicale, ma anche il testo è molto bello, infatti vi si leggono frasi in cui David (dei Pink Floyd) descrive i suoi pensieri sul volo, la sua passione. La canzone, infatti, è stata scritta mentre David stava prendendo lezioni di volo per imparare a pilotare un aeroplano; «I’m learning to fly», diceva spesso al telefono, quando non poteva essere in orario in studio di registrazione. Questa è un’interpretazione veloce, ma il testo può essere letto anche come una metafora per iniziare una cosa nuova, un qualcosa che ci permette di sperimentare un cambiamento radicale, nonostante i vuoti d’aria che potremmo incontrare, e che ci potrebbero indurre a non concludere il “volo” iniziato. Sperando di non averviannoiato, non mi rima... more »

Sono passati 27 anni ormai, infatti Learning To Fly è stata pubblicata il 14 settembre dell’ ’87. È sempre un piacere ascoltare questo pezzo musicale, ma anche il testo è molto bello, infatti vi si leggono frasi in cui David (dei Pink Floyd) descrive i suoi pensieri sul volo, la sua passione. La canzone, infatti, è stata scritta mentre David stava prendendo lezioni di volo per imparare a pilotare un aeroplano; «I’m learning to fly», diceva spesso al telefono, quando non poteva essere in orario in studio di registrazione. Questa è un’interpretazione veloce, ma il testo può essere letto anche come una metafora per iniziare una cosa nuova, un qualcosa che ci permette di sperimentare un cambiamento radicale, nonostante i vuoti d’aria che potremmo incontrare, e che ci potrebbero indurre a non concludere il “volo” iniziato. Sperando di non avervi annoiato, non mi rimane che ringraziare per l’eventuale attenzione, e augurare una dolce prosecuzione, con le parole e le note
di questa bella canzone.
«[...] A soul in tension that’s learning to fly, condition grounded but determined to try. Can’t keep my eyes from the circling skies, tongue-tied and twisted, just an earth-bound misfit, I. (...) across the clouds I see my shadow fly, out of the corner of my watering eye.
A dream unthreatened by the morning light, could blow this soul right through the roof of the night. [...]»
«[...] Un'anima tesa che sta imparando a volare, incatenata al suolo dalla sua natura ma determinata
a provare. Non riesco a distogliere lo sguardo dal vorticare dei cieli, a bocca asciutta e agitato, solo
uno spiazzato essere terreno, io. (...) Oltre le nuvole vedo la mia ombra volare, con la coda del mio occhio bagnato di pianto. Un sogno che non teme la luce
del giorno, potrebbe soffiare quest'anima
attraverso il tetto della notte. [...]»___

posted image

2014-09-10 19:41:26 (30 comments, 1 reshares, 217 +1s)Open 

Dopo essere stato annunciato da tanto (quasi non
ci speravo più!), gli U2 - ieri 9 settembre - hanno finalmente pubblicato il nuovo album, ("regalato") intitolato Songs of innocence. È appena uscito,
e non ho trovato alcun video, sicché condivido
un loro vecchio (ma sempre bello) pezzo, Pride,
che ha compiuto trent'anni il 4 settembre scorso.
Con molto piacere lo riascolto, e colgo l'occasione
per augurarvi un dolce prosecuzione.
«(...) Free at last, they took your life,
they could not take your pride. (...)»
«(...) Libero infine, ti hanno preso la vita, non avrebbero potuto prendere il tuo orgoglio. (...)»

Dopo essere stato annunciato da tanto (quasi non
ci speravo più!), gli U2 - ieri 9 settembre - hanno finalmente pubblicato il nuovo album, ("regalato") intitolato Songs of innocence. È appena uscito,
e non ho trovato alcun video, sicché condivido
un loro vecchio (ma sempre bello) pezzo, Pride,
che ha compiuto trent'anni il 4 settembre scorso.
Con molto piacere lo riascolto, e colgo l'occasione
per augurarvi un dolce prosecuzione.
«(...) Free at last, they took your life,
they could not take your pride. (...)»
«(...) Libero infine, ti hanno preso la vita, non avrebbero potuto prendere il tuo orgoglio. (...)»___

posted image

2014-09-04 18:45:53 (20 comments, 2 reshares, 193 +1s)Open 

Lo scorso 23 agosto è ricorso un doppio anniversario, col quale ricordiamo due date: 23 agosto '27 e 23 agosto '77. Nel '27, dopo sette anni di udienze, e a distanza di sette minuti l'uno dall'altro, Ferdinando Nicola Sacco e Bartolomeo Vanzetti vengono messi sulla sedia elettrica e quindi uccisi, negli Stati Uniti. Ma Sacco e Vanzetti erano innocenti, infatti - a cinquant'anni esatti dalla loro esecuzione - un governatore emana un proclama d'assoluzione dal crimine, che dice: «Io dichiaro che ogni stigma ed ogni onta vengano per sempre cancellati dai nomi di Nicola Sacco e Bartolomeo Vanzetti». Parecchi intellettuali sostennero gl'innocenti italiani, ma il loro tentativo non ebbe esito positivo, purtroppo. Io li voglio ricordare con The Ballad of Nick & Bart (Here's to you), un branoca... more »

Lo scorso 23 agosto è ricorso un doppio anniversario, col quale ricordiamo due date: 23 agosto '27 e 23 agosto '77. Nel '27, dopo sette anni di udienze, e a distanza di sette minuti l'uno dall'altro, Ferdinando Nicola Sacco e Bartolomeo Vanzetti vengono messi sulla sedia elettrica e quindi uccisi, negli Stati Uniti. Ma Sacco e Vanzetti erano innocenti, infatti - a cinquant'anni esatti dalla loro esecuzione - un governatore emana un proclama d'assoluzione dal crimine, che dice: «Io dichiaro che ogni stigma ed ogni onta vengano per sempre cancellati dai nomi di Nicola Sacco e Bartolomeo Vanzetti». Parecchi intellettuali sostennero gl'innocenti italiani, ma il loro tentativo non ebbe esito positivo, purtroppo. Io li voglio ricordare con The Ballad of Nick & Bart (Here's to you), un brano cantato dalla grande Joan Baez, un inno generazionale scritto dal grande Ennio Morricone. E con questa bella canzone, vi ringrazio per l'attenzione e vi auguro una dolce prosecuzione.
«Here's to you Nicola and Bart. Rest forever here
in our hearts. The last and final moment is yours.
That agony is your triumph!»
«Vi rendo omaggio Nicola e Bart. Per sempre riposate qui nei nostri cuori. Il momento estremo e finale
è vostro. Questo dolore è il vostro trionfo!»
P.s.: qualcuno ha visto il film nel '71, e in particolare la battuta finale «Viva l'anarchia»? Perché non ero viva,
e nell'edizione televisiva la si può
decifrare solo dal movimento labiale.___

posted image

2014-07-31 23:09:25 (19 comments, 1 reshares, 203 +1s)Open 

Quando pensi a Freddie e ai suoi brani, difficilmente te ne vengono in mente altri, infatti il 27 luglio è anche la data in cui viene pubblicata Highway to hell, nel '79. Loro sono gli ACϟDC, e l'idea per questo pezzo è stata concepita un paio d'anni prima, dopo un'intervista al chitarrista Angus, che rispose così: «It's a fuckin' highway to hell» («È una fottuta autostrada per l'inferno»), quando gli venne chiesto com'era la vita da palcoscenico. "Inferno", questa parola mi porta a Gaza, alla notte dello scorso 29, una notte infernale, durante la quale i bimbi uccisi a causa della guerra sono saliti a circa 230. Nella speranza che la situazione a Gaza torni ad essere calma (ammesso e non concesso che lo sia mai stata), la Carla vi augura una fantastica vacanza, e... occhio all'autostrada,che non ... more »

Quando pensi a Freddie e ai suoi brani, difficilmente te ne vengono in mente altri, infatti il 27 luglio è anche la data in cui viene pubblicata Highway to hell, nel '79. Loro sono gli ACϟDC, e l'idea per questo pezzo è stata concepita un paio d'anni prima, dopo un'intervista al chitarrista Angus, che rispose così: «It's a fuckin' highway to hell» («È una fottuta autostrada per l'inferno»), quando gli venne chiesto com'era la vita da palcoscenico. "Inferno", questa parola mi porta a Gaza, alla notte dello scorso 29, una notte infernale, durante la quale i bimbi uccisi a causa della guerra sono saliti a circa 230. Nella speranza che la situazione a Gaza torni ad essere calma (ammesso e non concesso che lo sia mai stata), la Carla vi augura una fantastica vacanza, e... occhio all'autostrada, che non sia troppo calda !___

posted image

2014-07-29 00:20:01 (18 comments, 2 reshares, 263 +1s)Open 

Il mese di luglio del '75, coincide con il completamento della registrazione di Wish you were here, lo splendido pezzo dei Pink Floyd scritto a quattro mani da Roger e David. Il testo è tutto bello, e per questo motivo scrivo quello che Waters ha detto in merito: «Puoi liberare te stesso abbastanza da vivere la realtà del mondo, mentre la vita scorre davanti a te, con te, e tu ti muovi in avanti con essa? Puoi farlo? Perché se la risposta è no, rimarrai per sempre al punto di partenza, fino alla
tua morte. So che potrebbe sembrarvi un'idiozia, ma è
di questo che parla la canzone. Le canzoni mi danno coraggio, credo di scriverle per me stesso, per incoraggiarmi a non accettare un ruolo di protagonista all'interno di una gabbia, per continuare a chiedere a me stesso di partecipare a questa guerra, perché è questo che voglio fare,voglio ... more »

Il mese di luglio del '75, coincide con il completamento della registrazione di Wish you were here, lo splendido pezzo dei Pink Floyd scritto a quattro mani da Roger e David. Il testo è tutto bello, e per questo motivo scrivo quello che Waters ha detto in merito: «Puoi liberare te stesso abbastanza da vivere la realtà del mondo, mentre la vita scorre davanti a te, con te, e tu ti muovi in avanti con essa? Puoi farlo? Perché se la risposta è no, rimarrai per sempre al punto di partenza, fino alla
tua morte. So che potrebbe sembrarvi un'idiozia, ma è
di questo che parla la canzone. Le canzoni mi danno coraggio, credo di scriverle per me stesso, per incoraggiarmi a non accettare un ruolo di protagonista all'interno di una gabbia, per continuare a chiedere a me stesso di partecipare a questa guerra, perché è questo che voglio fare, voglio stare in trincea, non voglio trovarmi al quartier generale o seduto in un albergo da qualche parte. Voglio essere, voglio rimanere attivo».
Io sono del suo stesso avviso, e nel ringraziarvi per l'attenzione, vi auguro una dolce prosecuzione.___

posted image

2014-07-27 14:13:03 (33 comments, 6 reshares, 244 +1s)Open 

27 luglio '86: durante il loro spettacolare e sfarzoso Magic Tour, i Queen sono la prima band a fare tappa
a Budapest, dove viene cantato anche un brano locale. Tra i tanti brani della scaletta principale, mi piace ricordare Who wants to live forever, uno dei loro
pezzi più belli, cantato da Freddie, che vivrà per
sempre nelle nostre orecchie, ehm... nei nostri ricordi. E proprio con la canzone di questo splendido cantautore, vi auguro una dolce prosecuzione.
«[...] Who dares to love forever? When love must die.
But touch my tears with your lips, touch my world
with your fingertips, and we can have forever [...]»
«[...] Chi oserebbe amare in eterno? Quando l'amore
è destinato a morire. Ma sfiora le mie lacrime con
le tue labbra, tocca il mondo con la punta delle dita,
e potremo averci in eterno[...]... more »

27 luglio '86: durante il loro spettacolare e sfarzoso Magic Tour, i Queen sono la prima band a fare tappa
a Budapest, dove viene cantato anche un brano locale. Tra i tanti brani della scaletta principale, mi piace ricordare Who wants to live forever, uno dei loro
pezzi più belli, cantato da Freddie, che vivrà per
sempre nelle nostre orecchie, ehm... nei nostri ricordi. E proprio con la canzone di questo splendido cantautore, vi auguro una dolce prosecuzione.
«[...] Who dares to love forever? When love must die.
But touch my tears with your lips, touch my world
with your fingertips, and we can have forever [...]»
«[...] Chi oserebbe amare in eterno? Quando l'amore
è destinato a morire. Ma sfiora le mie lacrime con
le tue labbra, tocca il mondo con la punta delle dita,
e potremo averci in eterno [...]»___

Buttons

A special service of CircleCount.com is the following button.

The button shows the number of followers you have directly in a small button. You can add this button to your website, like the +1-Button of Google or the Like-Button of Facebook.






You can add this button directly in your website. For more information about the CircleCount Buttons and the description how to add them to another page click here.

Carla ModellaCircloscope